Fino a fine gennaio gli abitanti della Citta’ metropolitana di Bologna potranno votare on line le priorità che il Pums (Piano urbano della mobilita’ sostenibile) dovra’ affrontare. Al sondaggio, fa sapere Palazzo Malvezzi, si potrà accedere dal sito pumsbologna.it e da quelli della Citta’ metropolitana, dei Comuni e delle Unioni del territorio metropolitano.
Prosegue cosi’ il percorso di partecipazione per la stesura del Piano, “avviato il 21 novembre con l’istituzione del Forum della mobilita’ e proseguito in dicembre con i Tavoli di confronto” che hanno coinvolto “oltre 150 portatori di interesset ra gestori di reti e servizi di trasporto, societa’ partecipate, Ausl e istituti di ricerca sanitaria, associazioni di categoria e ambientaliste, mondo della scuola e della ricerca, associazioni di pendolari, onlus attive nel mondo della mobilita’ e della disabilita’, sindacati, mobility manager di Enti e aziende della Citta’ metropolitana, i presidenti delle Unioni di Comuni e dei Quartieri di Bologna, Regione e Arpae”. I Tavoli si riuniranno nuovamente a fine gennaio per chiudere la fase di confronto sugli obiettivi con i portatori di interesse, e in seguito la partecipazione proseguira’ sulle scelte piu’ concrete. “Con questo strumento- affermano l’assessore alla Mobilita’ del Comune di Bologna, Irene Priolo, e il consigliere metropolitano con delega alla Mobilita’, Marco Monesi – vogliamo coinvolgere non solo i residenti, ma chiunque si muova nell’area metropolitana, per condividere con loro gli obiettivi del Pums, e nei prossimi mesi continueremo a mettere in campo diverse forme di partecipazione”.