Per una rete regionale ciclabile in linea con l’Europa

Per una rete regionale ciclabile in linea con l’Europa

Proposte per le elezioni regionali 2014

La nostra associazione a livello regionale e nazionale promuove la ciclabilità urbana e il turismo in bicicletta; noi rappresentiamo la F.I.A.B. Quest’ultima è associata ad ECF la federazione che raccoglie tutte le associazioni che in Europa si occupano di MOBILITA’ CICLISTICA. Siamo il soggetto responsabile per l’Italia di EURO VELO, la rete europea di CICLOVIE che con tre itinerari attraversa la nostra Regione, organizza e promuoveBICITALIA rete nazionale di ciclovie e con ALBERGABICI certifica la qualità di 2000 alberghi amici, di chi usa la bici per andare in vacanza. E’ questo un segmento di mercato turistico in crescita che interessa molto gli utenti del nord Europa(6 milioni di tedeschi fanno vacanze in bici) promuove un uso sostenibile del territorio e valorizza le bellezze storiche, naturalistiche e l’ospitalità diffusa che la nostra regione sa esprimere. Vorremmo chiedere alla prossima Giunta dell’Emilia -Romagna impegni per dare continuità alle grandi Ciclovie che attraversano questo territorio,connettendole al trasporto ferroviario garantendo servizi adeguati nelle stazioni, facillitando il trasporto sui treni. l’Emilia-Romagna per posizione geografica e caratteristiche potenziali potrebbe diventare l’hub della rete turistica ciclabile nazionale. Dobbiamo recuperare terreno rispetto ai paesi del nord Europa ed anche rispetto ad altre Regioni Italiane.( Veneto-Lombardia-Trentino-Toscana-Puglia-Liguria ) Noi ci crediamo, perché la bicicletta non aiuta solo la salute e la circolazione ma fa girare anche il turismo e l’economia.



Rete regionale ciclabile

  • Finanziamento della rete delle ciclovie regionali sulla base della delibera della Giunta regionale n.1157/2014
  • Panellatura con segnaletica ciclistica dedicata di 1.000km da individuare in strade secondarie e di viabilità minore
  • Creazione di collegamenti tra i capluoghi della regione
  • Valorizzazione del cicloturismo in regione in chiave nazionale ed europea la nostra regione è attraversata da Eurovelo 5, 7, 8 e FIAB che è centro di coordinamento nazionale Eurovelo, sta per proporre acnche la ciclovia adriatica da Trieste a Santa Maria di Leuca




Legge regionale sulla mobilità ciclistica

  • Stanziamento di fondi per la mobilità ciclabile in relazione al modal split, attualmente al 10% in regione
  • Rilevazione in ambito regionale dei flussi ciclistici
  • Creazione di un ufficio biciclette
  • Valorizzazione e manutenzione delle alzaie, degli argini e delle strade bianche.




Intermodalità

  • TPER: modifiche al regolamento esistente (Prenotazione 48 ore prima della partenza. Massimo 5 posti su treni che ne hanno 18. Esclusione dei festivi)
  • Biglietto unico per il trasporto biciclette TPER e TRENITALIA
  • 100% dei treni con servizio di trasporto biciclette adeguando il materiale rotabile esistente in particolare il ripristino del servizio sulla Bologna-Porretta