Sabato 22 settembre – In piazza per la settimana della mobilità … in bicicletta Vincitrice sondaggio

Sabato 22 settembre – In piazza per la settimana della mobilità … in bicicletta Vincitrice sondaggio

Dalle ore 10 alle 19: vi aspettiamo al nostro stand in Piazza Maggiore. Sarà possibile ricevere tutte le informazioni sulle numerose attività di Fiab Bologna – Monte Sole Bike Group e sul tesseramento Fiab 2019, con la possibilità di preiscrizione per chi non fa ancora parte della grande famiglia Fiab.

Vincitrice del sondaggio sulla Mobilità sostenibile organizzato in occasione del banchetto: Giorgia Sorbo per avere sottolineato l’importanza della segnaletica nei percorsi ciclabili. Complimenti!

Alle ore 15,30: “In bici alla scoperta di Bologna” una passeggiata adatta a tutti nei luoghi meno conosciuti della nostra città  Partenza dallo stand in Piazza Maggiore.E’ richiesto il contributo di 1 euro per assicurazione infortuni ai soci di Monte Sole Bike Group. Ai non soci invece saranno richiesti 3 Euro per copertura infortuni ed RC. Per facilitare la raccolta ai referenti si prega di portare le somme spicciole.

EMW Logo IT Blue 3-line No date

Programma degli eventi della settimana della mobilità del Comune di Bologna

Quest’anno, per la prima volta, la “Settimana Europea della Mobilità … in bicicletta” promossa da FIAB ottiene il patrocinio del Ministero della Salute.

#MIXANDMOVE: questo il tema su cui la Commissione Europea ha proposto quest’anno di concentrare le iniziative della Mobility Week 2018. Il suggerimento è quello di muoversi scegliendo i mezzi di trasporto sulla base delle reali necessità e con un livello di responsabilità maggiore rispetto all’utilizzo dello spazio pubblico.

Per le amministrazioni significa proporre un diverso modello di pianificazione urbanistica in cui la ciclabilità del territorio sia un elemento fondamentale.
Per i cittadini significa fare scelte responsabili per i propri spostamenti dirottandoli dall’auto privata alle molte alternative disponibili nelle città. Utilizzando forme di trasporto condivise possiamo ridurre le nostre spese e abbassare l’impronta del carbonio, inoltre possiamo incontrare nuove persone e rendere il nostro viaggio più socievole.
Mobilità attiva e integrata: è questo l’obiettivo che dobbiamo avere se vogliamo restituire alle persone spazio e vivibilità nelle nostre città.
Diritto allo spazio pubblico: ecco la battaglia di Fiab nei prossimi anni.
È infatti di questi giorni l’accordo di collaborazione tra l’Istituto Nazionale di Urbanistica (www.inu.itComuni Ciclabili (www.comuniciclabli.it), il progetto promosso da FIAB che valuta il livello di ciclabilità delle città e assegna un riconoscimento ufficiale alle amministrazioni locali.
La Settimana Europea della Mobilità rappresenta per Fiab un appuntamento fisso: è l’occasione per promuovere l’uso della bicicletta e rafforzare il rapporto con le pubbliche amministrazioni.
Le nostre città hanno bisogno di mobilità intelligente: attraverso la bicicletta restituiamo spazio e vivibilità alle persone.

copertina_IACONA_FB_29_AGO

Come di consueto, tra i tanti eventi della Settimana Europea della Mobilità…in bicicletta, anche quest’anno torna la giornata nazionale del Bike to work day, giunta alla sua quinta edizione in programma venerdì 21 settembre. Il testimonial d’eccezione di quest’anno è il giornalista Riccardo Iacona, che ha appoggiato l’iniziativa di Fiab e che sostiene chi va al lavoro pedalando. Premiato lo scorso aprile all’Assemblea di Pesaro tra le personalità “amiche della bicicletta”, Iacona si era esposto in prima persona con una puntata del suo programma Presa diretta, in onda su Rai 3, dal titolo “La bicicletta ci salverà”.

La novità della Settimana Europea della Mobilità…in bicicletta è la campagna car free week. La sfida che si lancia a chiunque voglia partecipare – singoli, associazioni o enti – è quella di rinunciare all’automobile per sette giorni, condividendo l’esperienza sui social con l’hashtag #carfreeweek. «L’idea l’aveva già avuta l’amministrazione di Parigi – dice la presidente Fiab Giulietta Pagliaccio – e ci è talmente piaciuta che l’abbiamo copiata». Peccato che le istituzioni nazionali non abbiano aderito. «Abbiamo chiesto sia al ministro dell’Ambiente che a quello dei Trasporti e delle Infrastrutture, ma purtroppo non abbiamo ricevuto risposta». «Per la SEM 2018 direi che c’è più attenzione a una mobilità attiva e, direi io, responsabile», aggiunge Cristina Castellari, consigliere nazionale Fiab e responsabile per la Federazione dell’evento.